PUPA

pupa coverIn un futuro non troppo lontano la tredicenne Adele ha il suo primo incarico come Nipote Sostituta. Si perché per non lasciare gli anziani da soli qualcuno si è inventato l’idea dei Sostituti: ragazzi e ragazze tra i 10 e 15 anni vengono pagati per passare tre pomeriggi a settimana con i vecchi che hanno fatto richiesta. Ma ad Adele capita una Richiedente che non è come tutti gli altri anziani di cui le parlano i suoi amici. Non mangia dolci, non guarda vecchie foto con gli occhi umidi di lacrime e  non porta vestagliette a fiori. La Richiedente di Adele si chiama Pupa e come il suo nome è fuori dal comune. “Non riesco a crederci: come può una vecchia chiamarsi così? Pupa è un nome adatto per un bambina con un cappellino color ciliegia, come quello che avevo da piccola.

E tra pomeriggi passati a costruire strani oggetti e ascoltare racconti di strabilianti avventure, non sarà tanto Adele a fare compagnia a Pupa, ma quest’ultima a mostrarle che non tutto è come ce lo immaginiamo o come ci dicono.

Pupa è una storia attuale e commovente, che fa venire voglia a tutti – grandi e piccini – di imparare a costruire un acchiappanuvole e un cappello che sembra un’aiuola di primavera.

PUPA
Il Quaderno quadrone di Loredana Lipperini
con illustrazioni di Paolo d’Altan e introduzione di Lidia Ravera.
Edizioni Rrose Sélavy

 

 

.